1. Imbottitura in piuma o in fibra sintetica?

Scopri quale sacco a pelo è adatto a ciascuna occasione


potete scoprirlo in questa panoramica di confronto dei prodotti!

È probabile che mi trovi all’aperto, anche quando piove a dirotto? La mia destinazione è calda e umida, fredda e piovosa o calda e secca? Dovrò trasportare il mio sacco a pelo? Me ne prenderò cura correttamente? Queste sono tutte domande utili quando si decide se acquistare un sacco a pelo in piuma o in fibra sintetica.

Sacchi a pelo


Vantaggi:

  • Rapporto calore-peso unico
  • Dimensioni ridotte
  • Trasferimento dell’umidità eccellente
  • Molto durevole se sottoposto a corretta manutenzione
  • Si riscalda immediatamente

Svantaggi:

  • Inutile quando è bagnato
  • Richiede una cura intensiva
  • Attrae l’umidità
  • Si asciuga molto lentamente

Se sono necessari valori di isolamento molto buoni con il peso più basso possibile e le dimensioni compatte, il sacco a pelo in piuma è la scelta migliore. La fibra sintetica non offre la stessa comodità di questo prodotto naturale, ma è in grado di conservare perfettamente l’aria calda.

Se sottoposto a corretta manutenzione, quello in piuma è più resistente della fibra sintetica. Inoltre, offre un clima di sonno piacevole e asciutto. Si basa sulla sua capacità di assorbire e rilasciare l’umidità. Tuttavia, la sua capacità di assorbimento dell’umidità è limitata. In caso di umidità estremamente elevata, pioggia continua o vicinanza a corsi d’acqua, le piume del sacco a pelo possono raggrupparsi, riducendone l’effetto isolante. Quando la piuma è bagnata, impiega molto tempo ad asciugarsi.

Questo è uno svantaggio durante le escursioni invernali che durano diversi giorni. L’umidità del corpo si condensa nell’imbottitura, nella quale si blocca e non permette più di asciugarsi. Anche in un sacco a pelo da bivacco, una parte del sacco a pelo si congelerà. La fodera impermeabile del sacco a pelo protegge la piuma, ma riduce il comfort del sonno tipico dei prodotti in piuma.

Aree di utilizzo: Arrampicata in montagna, trekking in aree con umidità dell’aria bassa/normale, escursioni in bicicletta con bagagli leggeri.

Ecco una piccola selezione dei nostri sacchi a pelo:
Astro 250
Dettagli
Astro Pro 400 SL
Dettagli
Astro Pro 600 SL
Dettagli
Astro Pro 1000 L
Dettagli

Sacchi a pelo sintetici


Vantaggi:

  • Isola al 70% anche quando è umido
  • Facilità di manutenzione 
  • Difficoltà di assorbimento di qualsiasi umidità
  • Asciugatura rapida

Svantaggi:

  • Più pesante di quelli in piuma
  • Meno comprimibile
  • Minore trasferimento dell’umidità
  • Durata più breve rispetto a quelli in piuma
  • Tempo di riscaldamento più lungo

 

Il loro svantaggio è anche il loro grande vantaggio: Non assorbono praticamente l’umidità e si asciugano molto più velocemente rispetto ai sacchi a pelo in piuma. Anche se diventano umidi, continuano a tenerti al caldo. Le fibre di poliestere cave continuano a conservare l’aria calda, poiché rimangono stabili e non creano grumi come la piuma. Ideali anche da utilizzare in aree caratterizzate da umidità costantemente elevata. Se non si prevedono temperature estremamente basse, o se il sacco a pelo è esposto a un uso intenso e un lavaggio regolare (bambini!), i sacchi a pelo sintetici sono la scelta giusta. Infine, sono meno costosi rispetto ai modelli in piuma e sono più facili da pulire.

Aree di utilizzo: Sacchi a pelo completi, escursioni in canoa, escursioni invernali, natura selvaggia in Scandinavia, escursioni in bici con bagagli leggeri, tour dei rifugi, sacco a pelo estivo.

Ecco una piccola selezione dei nostri sacchi a pelo sintetici:
Exosphere -10°
Dettagli
Exosphere 0°
Dettagli
Orbit -5°
Dettagli
Orbit SQ +5°
Dettagli

2. Quale sacco a pelo per quale temperatura?

Indicazioni di temperatura in base alla norma EN 13537


Come viene misurato: un manichino “adulto” calibrato, termico e dettagliato viene inserito all’interno del sacco a pelo da testare, che viene poi collocato in una camera climatica con un ambiente standardizzato. Poiché le aree orizzontali del manichino sono soggette a una produzione termica specifica, i sensori misurano la differenza di temperatura tra la superficie interna ed esterna nell’arco di diverse ore. Il rispettivo intervallo di temperatura viene calcolato in base ai risultati. In questo modo, EN 13537 crea uno standard paragonabile che funge da orientamento di base.

Queste indicazioni standardizzate forniscono solo valori di laboratorio. Sono progettate per garantire una buona comparabilità tra i prodotti di vari produttori. Poiché ogni corpo è strutturato individualmente e risponde individualmente alle circostanze indicate, queste informazioni possono servire solo come indicazione ai fini di una decisione d’acquisto.

Fattori da prendere in considerazione:

  1. per le persone i fattori che determinano la presenza di calore sono maggiori rispetto a un “manichino dettagliato” posizionato in una camera climatica. Ad esempio, i livelli di temperatura differiscono tra uomini e donne e in base all’età, alle condizioni e all’esperienza. La produzione termica è influenzata anche dal grado di esaurimento (stanco o a riposo), dalla quantità di cibo o alcol ingerito (il corpo perde calore più velocemente sotto l’influenza dell’alcol).
  2. Le circostanze esterne “standardizzate” nella camera climatica svolgono un ruolo importante nella realtà e contribuiscono all’uso ottimale della “produzione termica”.
    1. Una buona base di riposo isola la persona dal suolo.
    2. Biancheria intima funzionale asciutta che può produrre umidità all’esterno (cappello!). - Zona notte protetta, poiché il vento e l’umidità compromettono significativamente il riposo.
  3. I valori misurati standardizzati sono determinati nella camera climatica, ovvero direttamente dalla vita quotidiana. Si tenga presente che, in caso di attività di più giorni o di condizioni naturali difficili, le esigenze sono completamente diverse ed è pertanto necessario prepararsi alle circostanze del caso.

Intervalli di temperatura


  • T(COM): Comfort

indica il limite di temperatura più bassa in cui una donna media (25 anni/60 kg/1,60 m) può dormire comodamente per una notte.
In questo intervallo, l’utente inesperto si sente a proprio agio in ogni momento.

  • T(LIM): Limite inferiore

indica il limite di temperatura più bassa in cui un uomo medio (25 anni/70 kg/1,73 m) può dormire comodamente per una notte.
Per rimanere al caldo in questo intervallo, l’utente deve adattare i propri vestiti e comportamenti in base alle circostanze.

  • T (EXT): Estremo

indica la temperatura estrema più bassa che una donna media può sopportare in condizioni di freddo estremo per 6 ore. Non si può dormire qui. Nell’intervallo estremo, ci si può aspettare di sentire molto freddo. L’ipotermia pone un rischio per la salute.

3. Come faccio ad usare correttamente il sacco a pelo?

Per un sonno caldo e riposante nel sacco a pelo


Tuttavia, il sacco a pelo giusto è solo un tassello: è importante anche dove, come e su cosa si dorme!

  • Materassino: un pavimento freddo o la corrente assorbono il calore dal corpo anche attraverso il miglior sacco a pelo! Si può evitare questa perdita di calore (A) utilizzando un materassino isolante.
  • Protezione dal vento: il vento può farti sentire molto freddo! A causa del fattore di raffreddamento, il corpo percepisce +5 °C in presenza di una leggera brezza (25 km/h) come 0 °C. Una tenda, un sacco a pelo da bivacco o persino un masso possono proteggere contro una corrente d’aria forte (B). La zona notte deve quindi trovarsi in una posizione protetta dal vento.
  • Abbigliamento funzionale: il calore di un sacco a pelo può essere aumentato abbastanza semplicemente indossando calzini caldi e lunghi e biancheria intima comoda. Indossare calzini asciutti assicura anche un isolamento aggiuntivo.
  • Cappello: nel tuo sacco a pelo, la testa o il viso sono le uniche parti a contatto con il freddo mondo esterno. Se la testa è fredda si perderà anche il calore del corpo. Un cappello, e forse anche un passamontagna, offre una protezione molto efficace contro il freddo.

Un sacco a pelo non può generare calore: può trattenere il calore esistente!


  • Cibo a sufficienza: l’organismo ha bisogno di molta energia durante l’arrampicata, l’escursionismo, il ciclismo, ecc. Gli atleti che non fanno il pieno di energia con cibo a sufficienza non possono produrre abbastanza calore e, quindi, si raffreddano più velocemente.
  • Bere molto: bere a sufficienza durante il giorno, perché un corpo disidratato non può più produrre calore a sufficienza. Prima di entrare nel sacco a pelo, bevi una cioccolata calda o un tè per riscaldarti al meglio.
  • Evitare alcol: evitare un eccessivo consumo di alcol a temperature fredde. Inizialmente l’alcol dà una sensazione di riscaldamento, ma quando diminuisce, senti ancora più freddo.
  • Mantenere le cose asciutte: indumenti e sacchi a pelo, specialmente quelli in piuma, hanno un valore di isolamento inferiore quando sono bagnati rispetto a quando sono asciutti. I calzini teoricamente caldi che indossavi si raffreddano molto rapidamente a causa dell’evaporazione. Evita di entrare nel sacco a pelo quando indossi vestiti sudati. Il cambio rimarrà asciutto nel sacchetto impermeabile. E quando è possibile, metti il sacco a pelo all’aria, ad esempio sulla tenda.

 

TROVARE UN RIVENDITORE NELLA VOSTRA ZONA!